Viareggio Cup, Torneo di Viareggio, Coppa Carnevale, World Football Tournament

Realizzato con il contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri Ufficio per lo Sport.

 

La prima volta di una formazione africana in finale

La prima volta di una formazione africana in finale

E così domani pomeriggio – mercoledì 30 marzo 2022 alle 16 allo stadio Mannucci di Pontedera – la storia della Viareggio Cup (già Coppa Carnevale) o più semplicemente Torneo di Viareggio farà segnare un altro evento da ricordare: per la prima volta una formazione africana giocherà la finale. Applausi quindi – indipendentemente dal risultato che arriverà contro il Sassuolo – a questo giovanissimo club.

Il calcio africano era sbarcato per la prima volta alla Coppa Carnevale nel 1983: fu la squadra di Algeri a inaugurare questo filone. Il debutto dei giovani algerini fu contro l’Inter: arrivò una sconfitta per 2-0 con reti di Lapa e Castellazzi. Nelle tre partite del girone eliminatorio, l’Algeri ottenne altrettante sconfitte. Andò un po’ meglio l’anno dopo visto che arrivò la prima vittoria, con sempre protagonista l’Algeri che dopo le sconfitte con Torino e Fiorentina, superò per 3-1 l’Eintracht Francoforte con le reti di Magueni, Zegour e Benammar.

Se i giovani algerini erano espressione del calcio africano “mediterraneo”, per vedere una squadra subsahariana si sarebbe dovuto attendere l’edizione del 1986, quando al torneo di Viareggio approdò il Nairobi, espressione del calcio del Kenya. E il Nairobi, nonostante le sconfitte nelle prime due partite del girone eliminatorio (5-0 con l’Inter: Mandelli 3, Ciocci e Meneghel; 5-0 con il Napoli, Castellone 2, Baiano, Ferrara e Maresi), fermò sullo 0-0 il Montevideo, spalancando la porta del passaggio del turno proprio all’Inter, qualificato rispetto al Montevideo per la migliore differenza reti. Quell’Inter avrebbe poi vinto il torneo.

Il dado era comunque tratto, nel senso che nel corso degli anni, altre formazioni africane – del Burkina Faso, Camerun, Repubblica Democratica del Congo, Gabon, Ghana, Nigeria, Senegal, Sudafrica e Zambia – sono arrivate al torneo di Viareggio, portando la loro carica di entusiasmo e voglia di imparare. Il traguardo più significativo l’hanno ottenuto i ragazzi ghanesi del Berekum Chelsea che nell’edizione del 2019 hanno raggiunto i quarti di finale venendo sconfitti ai calci di rigore dal Genoa.



Please accept [renew_consent]%cookie_types[/renew_consent] cookies to watch this video.
CONI
FIFA
logo-ics-footer-03
Regione Toscana
Città di Viareggio
Provincia di Lucca
Fonderia Massimo del Chiaro, Sponsor Viareggio Cup
Gianneschi, Sponsor Viareggio Cup
UNIPI, Sponsor Viareggio Cup
Sport and Anatomy, Sponsor Viareggio Cup