Regolamento
70ª edizione





REGOLAMENTO

 


Art. 1 – Lo Sporting Club Centro Giovani Calciatori A.S.D. di Viareggio indice e organizza, con la collaborazione della F.I.G.C., con il patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero della Pubblica Istruzione, del Ministero del Turismo e Spettacolo, della Regione Toscana, della Provincia di Lucca, del Comune di Viareggio, della Fondazione Carnevale, il 70° Torneo Mondiale di Calcio denominato “Viareggio Cup - World Football Tournament- Coppa Carnevale”.

 

Art. 2 – La Manifestazione che ha lo scopo di valorizzare e mettere in risalto la gioventù calcistica mondiale avrà luogo dal 12.03.2018 al 28.03.2018 allo Stadio dei Pini di Viareggio “Torquato Bresciani” e su altri campi designati dalla Società organizzatrice. La Società si riserva la facoltà di far disputare le partite in notturna.

 

Art. 3 – La “Viareggio Cup” è ad invito ed è riservata a 40 squadre, italiane e straniere. Le società appartenenti a Federazioni estere potranno partecipare alla “Viareggio Cup”, qualora pervenga alla F.I.G.C. regolare nulla-osta da parte delle rispettive Federazioni.

 

Art. 4 – Possono partecipare tutti i calciatori nati dal 1° gennaio 1999 in poi e che comunque abbiano compiuto il 15° anno di età; è consentita la partecipazione alle gare della “Viareggio Cup” di un massimo di 3 (tre) giocatori fuori quota purché nati nel 1998 e federalmente appartenenti alla Società partecipante. Tali tre giocatori, peraltro, dovranno essere preventivamente inseriti nell’elenco dei calciatori partecipanti alla manifestazione. In relazione a ciò, eventuali nominativi iscritti in eccesso ai tre consentiti, saranno considerati irregolari e non aventi titolo a partecipare alle gare. I giocatori delle squadre italiane dovranno essere regolarmente tesserati alla F.I.G.C.; quelli delle squadre straniere dovranno essere regolarmente tesserati alle corrispondenti federazioni. Per i giocatori italiani dovranno essere prodotte all’arbitro, in ogni singola gara, le tessere regolarmente vidimate per la stagione in corso. Per i giocatori stranieri dovrà essere esibita all’arbitro la tessera rilasciata dalla rispettiva federazione per la stagione sportiva in corso o una dichiarazione della rispettiva federazione, dalla quale risulti la posizione di tesseramento dei giocatori stessi per la stagione sportiva in corso. Tali documenti dovranno essere accompagnati da un documento di identità personale dei giocatori partecipanti alla gara.


Art. 5 – Le squadre partecipanti alla “Viareggio Cup” potranno utilizzare tutti i calciatori tesserati sia a titolo definitivo che in prestito nella corrente stagione sportiva. Potranno utilizzare come prestiti fino ad un massimo di 5 (cinque) giocatori. I giocatori in prestito non dovranno essere fuori quota. Tali prestiti, fissi non intercambiabili, potranno essere usufruiti per tutta la durata della “Viareggio Cup”. La lista dei giocatori in prestito, corredata dai rispettivi nulla-osta, in triplice copia, dovrà essere consegnata alla Commissione Tecnico- Disciplinare della “Viareggio Cup”, prima dell’inizio della stessa via e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. LE SOCIETÀ DOVRANNO ALTRESÌ PRESENTARE ALLA C.T.D. ENTRO E NON OLTRE LE ORE 12 DEL 12.03.2018 via e-mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. l’elenco dei giocatori partecipanti, che non dovrà comunque superare il numero di 28, ivi compresi eventuali prestiti, e i nomi dei dirigenti, allenatore, medico e massaggiatore che andranno in panchina. Tale elenco dovrà indicare a fianco di ciascuno: cognome, nome, data di nascita, n° di tessera federale rilasciata dalla Federazione di competenza, ed il numero di maglia. È FATTO OBBLIGO DI MANTENERE LO STESSO NUMERO DI MAGLIA PER TUTTA LA “VIAREGGIO CUP.

 

Art. 6 La “Viareggio Cup” si svolgerà secondo la seguente formula:

  1. PRIMA FASE
  1. Le 40 squadre saranno divise in 10 gironi (1,2,3,4,5,6,7,8,9,10), composti da 4 squadre. Saranno nominate, a giudizio insindacabile della Società organizzatrice, le teste di serie.
  2. Verranno quindi formati due gruppi A e B.

Il gruppo A comprenderà i gironi 1,2,3,4,5, e il gruppo B comprenderà i gironi 6,7,8,9,10.

Le squadre si incontreranno in gare di sola andata della durata di 90 minuti.

Le classifiche saranno redatte in base ai seguenti criteri:

3 (tre) punti per ogni gara vinta;

1 (uno) punto per ogni gara terminata in parità;

0 (zero) punti per la sconfitta.

In caso di parità di punteggio valgono i criteri in ordine elencati:

  1. Esito incontri diretti;
  2. Differenza reti negli incontri diretti fra le squadre a parità di punti;
  3. Differenza reti nel totale degli incontri disputati nel Girone;
  4. Maggior numero di reti segnate sul totale degli incontri disputati nel Girone;
  5. Età media più bassa della lista dei calciatori iscritti al Torneo;
  6. Sorteggio, che sarà effettuato dal S.C. Centro Giovani Calciatori A.S.D. presso la Sede Sociale in Via V. Veneto 210 - Viareggio, alla presenza della C.T.D. e dei rappresentanti delle squadre interessate.

Saranno ammesse alla fase successiva le cinque squadre prime classificate di ciascun girone e le migliori tre seconde arrivate di ciascun gruppo in base ai criteri di punteggio sopra riportati, per un totale complessivo di 16 squadre.

 

          B. SECONDA FASE

             Stilata la definitiva classifica dei due gruppi A e B si passa alla fase successiva formando i gruppi 1 e 2.

 

OTTAVI DI FINALE

Saranno formati gli accoppiamenti tra le 10 (dieci) prime classificate e le 6 (sei) migliori seconde classificate. In ordine di classifica, le prime 4 (quattro) squadre classificate del Gruppo A formeranno il Gruppo 1 in qualità di teste di serie e formeranno gli Ottavi 1, 3, 5 e 7. La quinta prima classificata e le tre migliori seconde classificate del Gruppo A passeranno al Gruppo 2 e saranno abbinate per l’accoppiamento alle squadre teste di serie del Gruppo B. Così vale per il Gruppo B: le prime 4 (quattro) squadre classificate formeranno le teste di serie del Gruppo 2 e formeranno gli Ottavi 2, 4, 6 e 8. La quinta prima classificata e le tre migliori seconde del Gruppo B saranno abbinate per gli accoppiamenti alle teste di serie del Gruppo A. In ordine inverso alla rispettiva classifica, la migliore prima classificata incontrerà la terza migliore seconda classificata, la seconda miglior prima classificata incontrerà la seconda miglior seconda classificata e così via a incrocio. La quarta miglior prima classificata incontrerà la quinta miglior prima classificata. Eseguiti i relativi accoppiamenti le squadre si incontreranno tra di loro in gara unica ad eliminazione diretta. In caso di parità al termine dei tempi regolamentari, per determinare la squadra vincente si procederà all’esecuzione dei calci di rigore, secondo le modalità dell’I.F.A.B. nelle decisioni relative alla regola 7 del Regolamento Giuoco Calcio.

 

QUARTI DI FINALE

Saranno ammesse ai quarti di finale le otto squadre vincenti. Si incontreranno tra loro nel quarto 1 le vincenti degli ottavi 1 e 2, nel quarto 2 le vincenti degli ottavi 3 e 4, poi nel quarto 3 quelli 5 e 6, infine nel quarto 4 le 7 e 8. Le squadre si incontreranno tra loro in gara unica ad eliminazione diretta. In caso di parità di punteggio al termine dei tempi regolamentari, si dovrà procedere all’esecuzione dei calci di rigore secondo le modalità dell’I.F.A.B., nelle decisioni relative alla regola 7 del Regolamento Giuoco Calcio.

 

SEMIFINALI

Le squadre vincenti del gruppo 1 e quelle vincenti del gruppo 2 saranno accoppiate fra loro e disputeranno le semifinali con le modalità previste per i Quarti di Finale. In caso di parità di punteggio al termine dei tempi regolamentari, si dovrà procedere all’esecuzione dei rigori secondo le modalità dell’I.F.A.B., nelle decisioni relative alla regola 7 del Regolamento Giuoco Calcio.

 

FINALE

Le vincenti delle due semifinali disputeranno la finale. In caso di parità dopo i tempi regolamentari si disputeranno due tempi supplementari di 15 (quindici) minuti ciascuno; se dopo i due tempi supplementari dovesse sussistere ancora la parità, si procederà al tiro alternato dei calci di rigore fino alla determinazione della squadra vincente con le modalità previste nella fase precedente.

 

Art. 7 – È permessa la sostituzione di 7 (sette) calciatori, indipendentemente dal ruolo, da scegliere in una rosa di sostituti fino a 17 che potranno sostare in panchina durante lo svolgimento della gara salvo quelli squalificati e che dovranno essere inseriti nelle liste da consegnare all’arbitro prima dell’inizio della stessa. Ogni squadra potrà effettuare le 7 sostituzioni in tre momenti qualsiasi di gara, oltre all’intervallo tra il primo e il secondo tempo. Nelle gare in cui sono previsti i tempi supplementari, sarà possibile effettuare le sostituzioni, oltre che nei tre momenti qualsiasi di gara e nell’intervallo tra il primo e il secondo tempo, anche negli intervalli tra il termine dei tempi regolamentari e l’inizio dei tempi supplementari, nonché nell’intervallo tra il primo tempo supplementare e il secondo tempo supplementare.

 

Art. 8 Tutte le squadre dovranno essere a disposizione della Società organizzatrice entro le ore 11,00 del 12.03.2018. Le squadre eliminate cesseranno di essere in forza dal mattino successivo alla loro eliminazione. Resteranno a Viareggio per tutta la durata della “Viareggio Cup”, cioè fino al mattino del 28.03.2018 le due finaliste. All'atto dell'iscrizione ciascuna società dovrà comunicare la sede ed eventuale recapito telefax presso la quale elegge domicilio per tutta la durata del Torneo, ai fini delle comunicazioni logistiche e tecnico-disciplinari. Ad ogni società partecipante al Torneo sarà fornito l'elenco di tutte le società iscritte con l'indicazione del domicilio eletto, da utilizzarsi in caso di comunicazioni o notifiche quali eventuali contro interessati. In caso di mancata elezione di domicilio, ciascuna società si intenderà domiciliata, ai soli fini del Torneo, presso la sede del Comitato Organizzatore.

 

Art. 9 L’organizzazione logistica della “Viareggio Cup” sarà curata da apposito Comitato formato dallo Sporting Club Centro Giovani Calciatori A.S.D. Viareggio. La parte tecnico-disciplinare della manifestazione sarà invece demandata ad una Commissione così formata:

- Il Presidente del Comitato Regionale Toscana F.I.G.C. L.N.D. che può eventualmente incaricare in sua vece il Consigliere della Delegazione Provinciale competente per territorio;

- Il Rappresentante dell’ A.I.A.;

- Il Giudice Sportivo Territoriale o suo Sostituto del Comitato Regionale Toscana F.I.G.C.-L.N.D..

Tale Commissione sarà presieduta dal Presidente del Comitato Regionale Toscana F.I.G.C.-L.N.D. o dal Consigliere della Delegazione Provinciale competente per territorio eventualmente incaricato in sua vece che provvederà alla nomina del Segretario. La Commissione predetta provvederà ad esaminare i rapporti delle gare e a deliberare i provvedimenti sia tecnici che disciplinari, in virtù di quanto disposto dal presente regolamento, e per quanto non previsto, in base alla N.O.I.F., al Codice di Giustizia Sportiva e ad ogni altra vigente normativa Federale, in quanto applicabile. Tutte le deliberazioni che verranno prese dalla predetta Commissione formeranno oggetto di un comunicato ufficiale che verrà diramato a cura dello S.C. Centro Giovani Calciatori A.S.D. a tutte le Società partecipanti il giorno stesso della sua emissione. Alle dirette interessate e allo S.C. Centro Giovani Calciatori A.S.D. i provvedimenti deliberati verranno resi noti a mezzo telegramma, fax o e-mail non appena emessi. In ogni caso però farà testo il C.U. della Commissione posto all’albo della Sede del Comitato Organizzatore. Stante la brevità del Torneo, i provvedimenti tecnico-disciplinari, la cui efficacia è limitata all’ambito ed alla durata del Torneo, sono inappellabili. Le infrazioni disciplinari, commesse dai giocatori appartenenti a società eliminate, previo deferimento dei medesimi, saranno devolute al giudizio degli Organi disciplinari competenti. È previsto l’automatismo delle sanzioni con la seguente modalità:

  • Il giocatore espulso durante una gara non potrà partecipare alla gara successiva salvo maggiori sanzioni inflitte dal Giudice Sportivo.
  • Il giocatore che nel corso del Torneo incorre nella seconda ammonizione sarà squalificato per una gara, su declaratoria del Giudice Sportivo.

Le ammonizioni residue al termine della PRIMA FASE eliminatoria vengono azzerate.

 

Art. 10 – Il sorteggio dei gironi verrà effettuato pubblicamente a cura dello S.C. Centro Giovani Calciatori A.S.D., presenti un rappresentante della L.N.D. e un rappresentante della F.I.G.C., nella sala di rappresentanza del Comune di Viareggio. L’esito del sorteggio verrà comunicato alle Società partecipanti. Le località dove si svolgeranno le partite, su campi da gioco dove si esercitano attività Dilettantistica o Professionistica, verranno scelte dallo S.C. Centro Giovani Calciatori A.S.D. avendone valutato assieme alla Lega Nazionale Dilettanti, il buon stato del terreno di gioco.

 

Art. 11 – La scelta delle squadre partecipanti alla “Viareggio Cup” è di competenza dello S.C. Centro Giovani Calciatori A.S.D.

 

Art. 12

1) Le squadre partecipanti dovranno trovarsi puntualmente in campo in conformità agli orari fissati salvo cause di forza maggiore. La squadra che, trascorsi quindici minuti dall’ora stabilita per l’inizio della gara, non si sarà presentata in campo, verrà dichiarata rinunciataria ed eliminata dalla “Viareggio Cup”. La Società che rinuncia alla disputa di una qualsiasi gara della “Viareggio Cup”, oltre ad essere eliminata, verrà penalizzata della somma di EURO 3.000,00 che dovrà essere pagata prima della partenza da Viareggio pena il ricorso alle competenti Federazioni. La squadra che rinuncerà a partecipare alla “Viareggio Cup” nei 20 giorni precedenti la sua apertura, oltre a perdere l’intera quota di adesione, sarà soggetta ad una penale minima di EURO 5.250,00 fatti salvi maggiori oneri a fronte del danno organizzativo causato allo S.C. Centro Giovani Calciatori A.S.D., da corrispondersi entro 30 giorni dalla rinuncia.

2) La declaratoria della sussistenza della causa di forza maggiore di cui al comma 1 compete alla Commissione Tecnico Disciplinare della “Viareggio Cup” nel rispetto delle seguenti modalità procedurali: le istanze dovranno essere proposte e pervenire alla Commissione, in un documento con le relative motivazioni, entro le ore 20 (o entro le ore 24 per le partite con inizio successivo alle ore 20) del giorno programmato per l’effettuazione della gara con contestuale invio - sempre nel predetto termine - di copia alla controparte a mezzo telefax o altro mezzo idoneo presso il domicilio eletto. L'attestazione dell'invio alla eventuale controparte deve essere allegata all'istanza stessa. Nel caso di comprovata irreperibilità della società controparte, sempre entro le ore 20 del giorno della gara (o entro le ore 24 per le partite con inizio successivo alle ore 20), la Società istante dovrà notificare quanto sopra alla Commissione della “Viareggio Cup”, affinché di tale fatto e delle relative motivazioni ne possa esser data ufficialità attraverso l'affissione all'albo presso la sede del Comitato Organizzatore. Le richieste devono essere accompagnate da una tassa di Euro 300,00 che verrà restituita in caso di accoglimento.

 

Art. 13 Ferme restando le norme e le disposizioni vigenti, tenendo conto della brevità della “Viareggio Cup”, si precisa che i reclami inerenti la regolarità di svolgimento delle gare e della posizione dei singoli tesserati dovranno essere preannunciati all’arbitro entro 30 minuti dalla fine della gara; i reclami dovranno inoltre essere presentati in duplice copia, unitamente ad una tassa di EURO 300,00 da versare alla Commissione Tecnico Disciplinare della “Viareggio Cup” entro le ore 20,00 (o entro le ore 24 per le partite con inizio successivo alle ore 20) del giorno in cui è stata effettuata la gara; in caso di mancato accoglimento del reclamo la somma indicata verrà incamerata dalla Società organizzatrice. Alle due copie del reclamo dovrà essere allegata la ricevuta della raccomandata a mano firmata dalla società avversaria comprovante l’avvenuto ricevimento della copia del reclamo ovvero attestazione comprovante l’avvenuta notifica di copia del reclamo al domicilio. Nel caso di comprovata irreperibilità della società controparte, sempre entro le ore 20,00 del giorno in cui è stata effettuata la gara (o entro le ore 24 per le partite con inizio successivo alle ore 20), la Società reclamante dovrà notificare quanto sopra alla Commissione della “Viareggio Cup”, affinché di tale fatto e delle relative motivazioni di reclamo ne possa esser data ufficialità attraverso l’affissione all’albo presso la sede del Comitato Organizzatore. Il mancato rispetto dei termini perentori di cui sopra determinerà la preclusione ed inammissibilità di ogni e qualsiasi ricorso. IL DIRIGENTE DESIGNATO QUALE ACCOMPAGNATORE UFFICIALE DEVE AVERE LA DELEGA DEL PRESIDENTE DELLA SOCIETÀ A RAPPRESENTARE LA STESSA PER LA DURATA DELLA “VIAREGGIO CUP” PER OGNI E QUALSIASI ADEMPIMENTO INERENTE ALLA STESSA.

 

Art. 14 – È fatto obbligo alle Società partecipanti a fare accompagnare la loro adesione alla “Viareggio Cup” da una tassa di iscrizione minima di EURO 5.250,00 richiesta dalla Società Organizzatrice, oltre ai costi di partecipazione da versare entro e non oltre l’11.03.2018.

 

Art. 15 – In caso di eventuali infortuni di tesserati federali, le società italiane interessate dovranno provvedere alla tempestiva denuncia in conformità alle vigenti disposizioni dell’ordinamento sportivo in materia. Le Società estere dovranno provvedere ad assicurare i propri giocatori contro rischi ed eventuali infortuni. Il Comitato organizzatore declina comunque ogni responsabilità per eventuali infortuni e danni a persone o cose.

 

Art. 16 – Cambio maglie: qualora ci sia uniformità nei colori delle maglie, la Società seconda nominata nel calendario gare dovrà provvedere alla sostituzione delle stesse.

 

Art. 17 – Per le gare interrotte in conseguenza di fatti che non comportano l’irrogazione delle sanzioni di cui all’Art. 12 del Codice di Giustizia Sportivo, deve essere disposta la prosecuzione il giorno successivo dei soli minuti non giocati. La quantificazione dei minuti non giocati è determinata dall’arbitro con decisione inappellabile. La prosecuzione avviene con queste modalità:

  1. La partita riprende esattamente dalla situazione di gioco che era in corso al momento dell’interruzione, come da referto dell’arbitro.

  2. Nella prosecuzione della gara possono essere schierati tutti i calciatori che sono elencati nelle liste presentate prima dell’inizio del Torneo, indipendentemente dal fatto che fossero o meno nella distinta dell’arbitro il giorno dell’interruzione, con le seguenti avvertenze:

1) I calciatori scesi in campo e sostituiti nel corso della prima parte di gara non possono essere schierati nuovamente.

2) I calciatori espulsi nel corso della prima parte di gara non possono essere schierati nuovamente né possono essere sostituiti da altri calciatori nella prosecuzione.

3) I calciatori che erano squalificati prima della gara non possono esser schierati nella prosecuzione.

4) Le ammonizioni singole inflitte dall’arbitro nel caso di gara interrotta non vengono prese in esame dagli organi disciplinari fino a quando non sia stata giocata anche la prosecuzione. Nel corso della prosecuzione le due squadre possono effettuare solo le sostituzioni non ancora effettuate nella prima gara.

La prosecuzione della gara, potrà tenersi sul medesimo campo o su altro, a discrezione del Comitato Organizzatore.

 

Art. 18 – Lo Sporting Club Centro Giovani Calciatori A.S.D., nella sua qualità di organizzatore del 70° Torneo Mondiale di Calcio, denominato “Viareggio Cup - World Football Tournament - Coppa Carnevale”, ha concesso l’esercizio in esclusiva dei diritti audiovisivi della manifestazione relativa all’anno 2018 alla RAI - Radiotelevisione Italiana S.p.A..

 

Art. 19 – Per tutto quanto non contemplato nel presente Regolamento si applicano, ove del caso, le vigenti norme della F.I.G.C..

 

Art. 20 – La “Viareggio Cup” sarà diretta secondo le regole della International Football Associations Board (I.F.A.B.) Ultima.

 











Commissione Torneo S.C. Centro Giovani Calciatori A.S.D. | Via V. Veneto 210 | 55049 Viareggio (ITALIA) | P. IVA 00928440460
Tel. +39 0584 46109 R.A. | Fax +39 0584 962031 | info@torneoviareggio.it | Informativa Cookies | Credits www.dpsonline.it


Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Questo sito web utilizza cookie per gestire, migliorare e personalizzare la tua esperienza di navigazione. Per maggiori informazioni su come utilizziamo i cookie e su come rimuoverli, consulta la nostra politica sui cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Per saperne di piu'

Approvo